martedì 29 ottobre 2013

PANCIA GONFIA? NON E' SOLO CAUSA DEL CIBO



L’intestino è il nostro secondo cervello, fin dall'antichità si afferma che la pancia è la sede delle emozioni e dell' inconscio.

Il gonfiore addominale è legato a vari fattori, inoltre non esiste un rimedio valido per tutti ma esistono rimedi e accorgimenti di stile di vita adeguati alla singola persona.

In genere se il gonfiore interessa la parte dall'ombelico in su gli incriminati sono i lieviti, se invece il  gonfiore è dall'ombelico in giù , è determinato dal processo fermentativo di farine e verdure. Un buon punto di partenza è l'esame delle intolleranze alimentare per individuare ciò che l’organismo fa più fatica ad assimilare. Anche lo stress  e l’ansia contribuiscono a gonfiare la pancia, a causa della cattiva respirazione che fa funzionare male il cardias, la valvola situata nella parte superiore dello stomaco, questa valvola regola l'uscita dell'aria in eccesso. La persona ansiosa o sotto stress respira male, o meglio è in apnea respiratoria in quanto vive in uno stato di allerta continuo, in questi casi sono di valido aiuto rimedi naturali che donano un effetto calmante e distensivo alle pareti addominali e i Fiori di Bach che riequilibrano lo stato emotivo. A volte con pochi accorgimenti , senza grandi restrizioni alimentari e soprattutto andando all’origine del gonfiore, si risolve il fastidio della pancia gonfia.

In breve il gonfiore addominale puo’ essere collegato a: 

Ansia e Stress causati da conflitti interiori, in famiglia o sul lavoro accompagnata da cattiva respirazione e pensieri ricorrenti;

Alimentazione. Molti alimenti possono causare gas e gonfiore, come alcune verdure ricche di cellulosa e quindi molto resistenti all’azione della soluzione digestiva.

Il modo di mangiare. Se mangiamo bocconi grandi ingoiamo piu’ aria. La prima digestione avviene nella bocca, occorre mangiare bocconi piccoli e masticare a lungo, in questo modo si attivano gli enzimi digestivi. Inoltre è bene quando si mangia dedicare al cibo energia di amore, gustandolo e ringraziandolo per il nostro nutrimento. Prima c’era l’abitudine di pregare prima di mangiare….

Guardare la televisione mentre si mangia puo’ innescare sentimenti o emozioni negative che interferiscono con il processo digestivo.

Fumo, mentre fumiamo ingoiamo aria.

Parlare a lungo  senza utilizzare il diaframma.

Meteorismo (gonfiore e spesso tensione dolorosa dell’addome) causato da eccessivi gas intestinali spesso accompagnata rumori da gorgoglio e/o da flatulenza, risultato spesso di prolungata fermentazione degli alimenti;  

Aerofagia causata da eccessiva deglutizione dell’aria, Intolleranze alimentari o a metalli pesanti; 

Candidosi legata ad uso eccessivo di antibiotici, cortisonici, anticoncezionali, eccessivo consumo di lieviti o zuccheri, eccessivo consumo di alimenti inquinati con pesticidi ecc;

Disbiosi cioe’ un'alterazione degli enzimi e della flora batterica intestinale, tale sintomo spesso si cela dietro altri sintomi apparentemente causali quali: gonfiore addominale, cattiva digestione, stipsi o diarrea, disturbi del sonno, disturbi dell’umore, candidosi vaginale, irritazione della mucosa intestinale, malassorbimento, ecc…Inoltre è importate ricordare che  le disbiosi spesso sono complesse e che le alterazioni degli enzimi, della flora, del Ph digestivo e della mucosa intestinale  influenzano  la salute, non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza in qualsiasi parte dell'organismo.

Bioritmo. La pancia a volte si gonfia solo in alcune ore del giorno o solo in alcuni giorni, ciò’ è dovuto all’influenza della Luna e del Cosmo intero, siamo un microcosmo nel macrocosmo.  Possiamo considerarci come oscillatori elettronici che oscillano a livello cosmologico, ambientale e elettromagnetico, cioe’ risuoniamo con delle frequenze specifiche che sono dettate dai campi magnetici emessi dai nostri nuclei cellulari attraverso il citoplasma, emettiamo biofotoni , fotoni biologici che non sono altro che quanti, questi risuonano con il macrocosmo. Metereopatia, ansia, cambi di umore, gonfiore, insonnia, eccesso o assenza di fame in alcuni giorni, non sono altro che risposte del nostro organismo alle influenze delle frequenze del campo elettromagnetico del cosmo e dell’ambiente che ci circonda.

Ritenzione idrica cioè la tendenza a trattenere liquidi nell'organismo, legata a vari fattori quali: Il repentino cambiamento ormonale, tipico del periodo mestruale, causa l'aumento del liquido interstiziale, che rende meno efficiente il normale drenaggio da parte dei vasi linfatici; l’assunzione di farmaci, la pillola anticoncezionale; eccessivo consumo di cibi salati; disidratazione cellulare, in questo caso il  sale viene trattenuto dal corpo non perche’ si è consumato in eccesso ma perche’ aiuta a conservare l’acqua del corpo, quindi occorre bere di piu’.

Malocclusione Temporo Mandibolare, quest’ultima in genere è sottovalutata ma molto spesso provoca  blocchi diaframmatici, disbiosi e tensioni intestinali. 

Inoltre come affermava Paracelso: “Ciò’ che sta in basso è in alto e cioè che è in alto è anche in basso”, questo per condurre al concetto che il nostro intestino è considerato il secondo cervello. Pertanto se ci sono delle emozioni non risolte alcune persone le somatizzano a livello dello stomaco o dell’intestino. 

L’intestino è il nostro secondo cervello, fin dall'antichità si afferma che la pancia è la sede delle emozioni e dell' inconscio

Oltre al cervello contenuto nel cranio che soprassiede alla formazione e controllo dell'organo mente - programmi di elaborazione dei dati, per creare la nuova personalità con i propri schemi mentali, ne esiste un altro che ha circa 100 milioni di neuroni, molto di più di quanto sono nel midollo spinale che sono disseminati come una maglia a rete attorno all'intero intestino. Questa rete neuronica complessa che è un vero e proprio cervello autonomo, è il più antico cervello legato alla sopravvivenza dell'animale e dell'uomo.
I due cervelli, il cranico e l'enterico, detto addominale o viscerale (plesso mienterico e submucosale), sono connessi dal nervo vago, l’eccesso di stress al quale spesso siamo sottoposti, investe i due cervelli (superiore e quello intestinale), e la  tensione fisica generata da questo stato impedisce il rilassamento della parete del tubo digerente.

In Metamedicina per esempio i Gas Intestinali e il gonfiore alla pancia esprimono la nostra paura di mollare la presa, restando aggrappati a ciò’ che ci da’ sicurezza anche se viviamo una situazione che non è piu’ benefica per noi, ma che rappresentano la nostra sicurezza affettiva o materiale, pertanto possono essere il risultato di paure, come la paura di affrontare qualcosa di nuovo, in questo caso la  paura genera ansia che il corpo  esprime con tensione addominale. La colite spastica colpisce le persone ansiose che vivono situazioni di disagio, la colite con crampi manifesta un tira e molla dentro di noi, dove una parte di noi vorrebbe “eliminare” mentre l’altra “trattiene”, la colite con diarrea invece esprime l’urgenza di eliminare, di espellere o mandar via qualcosa che noi non vogliamo accettare. La colite con aria con la sua rumorosa flatulenza esprime un’aggressivita’ trattenuta, è un modo per manifestare il nostro dissenso. 

Solo analizzando questi singoli elementi possiamo dare un consiglio sincero ed appropriato per risolvere questo fastidio, indicando i giusti rimedi naturali, un’appropriata alimentazione e accompagnare la persona ad ascoltare i messaggi che gli invia il proprio corpo  per ritrovare l’equilibrio.

Buona Vita!

Katia Botta
Se vuoi contattarmi scrivi a:








foto web
notizie su I due cervelli tratte da mednat

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI